sabato 30 gennaio 2010

LE ROVINE DEL NOVECENTO. RIFIUTI, ROTTAMI, RUDERI E ALTRE EREDITÀ

OLIVER BROGGINI

LE ROVINE DEL NOVECENTO. RIFIUTI, ROTTAMI, RUDERI E ALTRE EREDITÀ

DIABASIS 2009

«Le rovine del Novecento parlano,a chi abbia voglia di stare ad ascoltare; e, spesso, lanciano segnali d’allarme che non abbiamo ancora saputo o voluto ascoltare; raccontano i cattivi esempi dai quali non abbiamo preso solo le distanze, gli errori dai quali – a quanto pare – non abbiamo imparato nulla».

Cosa accomuna gli alpeggi abbandonati dell'arco alpino e la piramide di cemento incompiuta che torreggia sulla capitale nordcoreana? Che somiglianze ci sono tra i resti degli esperimenti nucleari su alcuni atolli del Pacifico occidentale e lo stabilimento modenese che avrebbe dovuto produrre la migliore automobile sportiva di lusso degli anni Novanta? Come è possibile mettere nello stesso discorso il relitto del Titanic e i bunker nazisti abbandonati sulle coste settentrionali francesi? La risposta è un itinerario di viaggio ai quattro angoli del globo, alla ricerca delle rovine del Novecento. Un patrimonio del tutto differente dai resti che le civiltà preindustriali avevano lasciato in eredità ai loro posteri. Un'eredità ingombrante, talvolta agghiacciante in quel che ha da raccontare a chi la osserva, e capace soprattutto di inquietare, più che di invitare alla contemplazione. Tracciando un percorso filosofico e concreto - da Heidegger ai videogiochi di ultima generazione, dai teorici postmoderni alla manutenzione dei centri commerciali - il libro sviluppa una teoria delle rovine contemporanee e un ampio catalogo di storie ed esempi, raccolti in tutto il Pianeta.

martedì 26 gennaio 2010

Il giardino di Isola Bella



"Il paesaggio naturale e culturale rimane indefinito fino a che la coscienza non lo trasforma in parole, immagini, racconti e rappresentazioni. Rappresentazioni che non solo danno visibilità al paesaggio ma significato e senso all'esperienza della vita nel tempo e nello spazio."
C. G. Barbisio, introduzione, Laura Lettini e Daniela Maffei,
"Place Identity Self Identity", Tirrenia Stampatori, Torino, 1999

nella foto: Il giardino di Isola Bella

Paesaggio italiano

Paesaggio Italiano

I luoghi con l' anima sono tanti e diversi, come i punti di vista che incrociano paesaggi naturali, umani e urbani.
Richiamandoci ad Hillman possiamo dire che gli oggetti non sono neutri, la trasformazione dell'ambiente e del paesaggio ha conseguenze dirette sulla nostra umanità sociale e psicologica.
Il paesaggio è obiettivo politico d’interesse generale, come diritto e responsabilità del singolo e delle comunità, come patrimonio, identità ed eccellenza da cui scaturiscano senso dell’abitare, appartenenza, convivialità, benessere economico, bellezza.
Si tratta, con le parole di Riccardo Priore, di "salvaguardare, ripristinare, valorizzare o favorire l’emergenza dei caratteri identitari che costituiscono il valore di un luogo, consentendone la sostenibilità ecologica e culturale; di assicurare in tal modo che una comunità disponga di immagini originali e differenzianti in cui identificarsi. Ad ogni comunità deve essere quindi offerta la possibilità di rispecchiarsi nel paesaggio, di immedesimarsi nelle forme del territorio sostrato del proprio insediamento; una volta che vi si sarà riconosciuta, una comunità potrà considerare queste forme alla stregua di un tratto auto-qualificante. Grazie al suo potenziale simbolico, quale rappresentazione della capacità di una società di esistere ed integrarsi in un mondo sempre più globalizzato, il paesaggio prodotto potrà così essere alla fonte di un progetto capace di accrescere le occasioni di benessere psico-fisico, di identità cultuale e di ricchezza civile ed economica di ciascun abitante".
La 'perdita del nostro paesaggio significa l'appiattimento della nostra relazione con il mondo.
Facciamo nostre le parole di James Hillman: “Il mondo è un’esperienza estetica, anche se non tutti gli esseri umani ne sono coscienti. Questo può valere per un condizionatore d’aria così come per il corpo estraneo sulla facciata di un antico palazzo, la panchina rotta abbandonata in un parco. E poi l’aria, la luce, la strada in cui viviamo, le parole che le persone si scambiano tra di loro: tutto intorno a noi sta diventando ogni giorno più brutto.
(…)
Dovete far sentire la vostra voce, che sarà quella del dissenso. Fate qualcosa di utile. Perché non dobbiamo mai, nemmeno per una volta, accettare ciò che non è accettabile. Dobbiamo sempre ripeterci: “No, noi questo non lo accettiamo”.
(…)
Bisogna scegliere un tema che ci tocca profondamente. E poi bisogna agire, fare qualcosa per cambiare. Credo sia sbagliato pensare di poter fare tutto o affrontare troppi problemi insieme.
Al contrario, ognuno di noi dovrebbe occuparsi di quello che considera davvero importante, per quanto marginale sia nella grande battaglia del mondo.
(…)
Bisogna lottare, invece. E dedicarsi totalmente a una causa. Unirsi a quanti provano le tue stesse emozioni, che condividono le tue idee. E cercare di produrre un cambiamento. Anche piccolo. Il mondo invia ogni giorno dei messaggi, positivi o negativi. il nostro compito è rispondere. Ogni giorno.

lunedì 18 gennaio 2010

mercoledì 13 gennaio 2010

domenica 10 gennaio 2010

domenica 3 gennaio 2010

Via Aurelia


Via Aurelia

Rovine del castello di Galeria


Rovine del castello di Galeria

Via Claudia e il castello di Cornazzano


Via Claudia e il castello di Cornazzano

Lago di Ninfa e vista della città Norma

Lago di Ninfa e vista della città Norma

Veio - Isola Farnese

Veio - Isola Farnese

Trevigano - Lago di Bracciano


Trevigano - Lago di Bracciano

Corneto Tarquinia

Corneto Tarquinia

Lago di Leprigano

Lago di Leprigano

Cervelletta

Cervelletta

Butteri a Galeria

Butteri nella campahna romana a Galeria

Lago e la città di Nemi

Lago e la città di Nemi

Caccia alla volpe nella campagna romana a Ponte di Schizzanello


Caccia alla volpe nella campagna romana a Ponte di Schizzanello

Lago di Nemi


Lago di Nemi

Lago di Bolsena

Lago di Bolsena

Domus Culta

Domus Culta

Civitavecchia

Civitavecchia

Anguillara - Lago di Bracciano

Anguillara - Lago di Bracciano

Lago di Ninfa

Lago di Ninfa

Sponde del lago di Nemi


Sponde del lago di Nemi

Castello di Santa Severa

Castello di Santa Severa